Truffa online: attenzione agli sms

Tempo di lettura: 4 minuti

Avete provato a cercare “truffa sms” su facebook? Se non lo avete ancora fatto, benvenuti all’ennesima truffa online. Dopo la truffa via whatsapp di cui vi avevo parlato in questo articolo ora vediamo una nuova truffa questa volta via sms. Diversi miei contatti stanno lamentando questa truffa online. Vediamola insieme, come riconoscerla, difendersi e come segnalare l’ennesimo tentativo di truffa!

Come funziona la truffa online via sms

Questa truffa online è molto semplice: ricevete un sms che vi avvisa in merito ad un problema sulla “spedizione che state aspettando”. Il pacco risulta fermo per problemi di dogana (o una scusa simile) e serve un pagamento di 2€ per sbloccarlo. Ovviamente in fondo al sms c’è un bellissimo link dove cliccare per fare il pagamento e ricevere il vostro pacco.

Prima che lo chiediate: NO! Non cliccate su quel link!

La truffa online è ovviamente mirata a rubarvi i dati della vostra carta di credito. In effetti è una truffa basata su due premesse abbastanza vincenti:

  • Quasi tutti stiamo aspettando costantemente qualche pacco, sia esso in arrivo da Amazon, eBay o qualsiasi altro servizio online. Il messaggio è “plausibile”.
  • La cifra per sbloccare la spedizione la spedizione è minima e quindi viene istintivo pensare “vabbè sono due euro pago e mi levo la rogna”.
Vediamo insieme tutti i dettagli per cui questo sms è chiaramente un truffa.

Vediamo l'sms truffa nel dettaglio

truffa sms

Partiamo dal nostro sms truffa incriminato. Già questo, senza nemmeno cliccare il link ci dice chiaramente che siamo di fronte ad un truffa online bella e buona:

  • Tipicamente i messaggi dai servizi online non presentano un numero di telefono ma il nome dei servizio
  • Il testo del messaggio è molto vago:
    • Il tuo pacco: manca un riferimento della spedizione
    • E’ stato trattenuto: trattenuto esattamente per cosa?
    • Presso il nostro centro: nostro esattamente di chi?
  •  Il link anemev.me sembra creato a caso. Se fosse il link del portale del vostro spedizioniere avrebbe un indirizzo più sensato.

In pratica non abbiamo nessun riferimento che ci aiuti a capire se questa è una spedizione nostra o no. Già per questi motivi il messaggio è da catalogare per direttissima come truffa online

Inoltre è prassi che, in caso di problemi doganali (ovvero tasse o simili) il pacco vi viene comunque recapitato a casa e viene richiesto un pagamento in contrassegno. Non vi verrà mai chiesto di pagare online per sbloccare una spedizione.

Ed ecco il portale della truffa online

truffa online

Ma immaginiamo che voi abbiate cliccato (esattamente come ho fatto io). Ecco dove si va a finire, o meglio, dove sono andato a finire io con quella truffa online.

Sembra il sito di uno spedizioniere (ed in effetti l’International Parcel Service esiste ma il sito è totalmente diverso).

Ho cliccato io per voi e ho inserito le informazioni per la consegna: questo portale mi ha fatto scegliere quando e dove volessi ricevere il pacco. Quando sono arrivato alla parte dove dovevo pagare la pagina è andata in crash quindi non ho potuto vedere fino in fondo dove mi avrebbe portato questa truffa online.

Vi dico in aggiunta che ad oggi il sito anemev.me è già offline. Questi domini vengono usati giusto il tempo della truffa e poi spariscono.

Peccato in realtà ci tenevo a farvi vedere il finale di questa truffa.

Ho ricevuto l'sms della truffa online, ora?

La versione breve è: No, non rischi nulla se hai ricevuto l’sms. 

La versione meno breve è questa: no ricevere un sms truffa non vi mette a rischio. L’unico rischio che correte è se inserite i dati della vostra carta di credito in quel portale. Dovete fare un pagamento online quindi il portale vi chiederà tutti i dati della carta, compreso il codice segreto di autorizzazione. A quel punto, se inserite i dati, i malfattori dall’altra parte di questa truffa online potranno usare la vostra carta a loro piacimento.

Come difendersi da questa truffa online

Il consiglio più ovvio è state attenti a quello che ricevete. Fate molta attenzione perché in alcuni casi ho letto di truffe dove gli sms arrivano a nome di InfoPoste e quindi l’sms finirà insieme a tutti i messaggi onesti che potete ricevere se avete un account o usufruite di servizi PosteItaliane (per esempio il codice di autenticazione dello SPID).

Dopo aver riconosciuto la truffa online però potete fare di più: potreste segnalarla alla polizia postale.
Andando sul sito della polizia postale, nella sezione segnalazioni potete segnalare questo esempio di phishing.

Il sito della polizia postale permette di segnalare velocemente questo tipo di truffe vi basta inserire pochi dati:

  • Il vostro recapito
  • L’argomento che in questo caso è Phishing
  • Il sito della truffa online (ovvero dove finite dopo aver cliccato sul link nell’sms)
  • Il sito originale di cui quello della truffa online è la copia.
Insomma è davvero semplice segnalare. Siate dei bravi cittadini coscienziosi e segnalate queste truffe. Con pochi click potete evitare che qualcuno meno attento di voi cada vittima di questa truffa online e perda tutti i soldi sulla sua carta di credito

E voi?

Voi avete già ricevuto qualche sms riconducibile a questa truffa online? Le avete riconosciute o ci siete cascati? Avete amici che lamentano questa truffa? Condividete con loro questo articolo!

E come in ogni articolo vi ricordo che, se questi articoli vi sono piaciuti, potete rimanere sempre aggiornati iscrivendovi alla mailing list o unendovi al canale telegram del blog. Inoltre QUI trovate tutti i link ai vari social collegati al blog!

Alessandro

Ingegnere, musicista e public speaker per diletto. Appassionato di programmazione, tecnologia e qualsiasi cosa possa definirsi anche minimamente nerd!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: