Brave browser: sicurezza, efficienza, guadagni

Tempo di lettura: 6 minuti

Nell’ultimo articolo vi avevo accennato a Brave Browser e vi avevo promesso un articolo dedicato. Eccovi serviti! Da qualche mese ho deciso di abbandonare il mio fidato Google Chrome in favore di Brave Browser. Questo browser mi ha colpito con la sua pubblicità dove prometteva di guadagnare criptovalute usandolo. Poi ho scoperto anche tutti gli altri vantaggi in termini di sicurezza e prestazioni che il suo uso comporta. Come vi ho spiegato nel primo articolo di questo blog detesto essere profilato e questo è uno dei tanti accorgimenti che adotto per evitare di regalare dati gratis in giro.  Ora, dopo circa sei mesi di uso intensivo, vi racconterò la mia esperienza.

Brave browser: guadagna mentre navighi

Da qualche mese (più o meno da inizio lockdown) mi sono interessato alle criptovalute. Questo ha portato ad essere sommerso di pubblicità in merito più o meno su ogni social. Stavo navigando su facebook quando mi compare la pubblicità di questo browser che, secondo lo slogan, permette di guadagnare criptovalute navigando. Visto che “sossoldi” mi sono incuriosito e l’ho scaricato. In seguito ho scoperto anche tutti gli altri punti di forza di questo browser.

Open source

Brave è un browser open source basato su chromium: questa caratteristica vi offre un’esperienza molto simile a quella di Chrome e garantisce totale compatibilità con tutti i plugin ed estensioni in uso sul vostro chrome. Infatti, come vi racconterò dopo, il passaggio Chrome/Brave è stato rapido, indolore e sostanzialmente trasparente.

Guadagni davvero?

Si in effetti le guadagni davvero ma non è esattamente come si potrebbe pensare ad un primo approccio. Non basta solo navigare per vedersi accreditati i BAT (Basic Attention Token): è necessario cliccare sulle pubblicità che vi proporrà il browser stesso durante la vostra navigazione.

Altra pubblicità?

No per guadagnare i BAT non dovrete sorbirvi altra pubblicità in aggiunta a quella che ricevete di solito. Perchè Brave Browser bloccherà OGNI pubblicità diversa da quella che vi proporrà lui. La cosa più bella è che sta a voi scegliere se e quante pubblicità ricevere nel corso di un’ora (fino ad un massimo di 5 annunci l’ora). Ovviamente più è altro il numero, più guadagnerete. Altrettanto ovviamente bisogna cliccare sul banner pubblicitario per avere la ricompensa. Tutto il resto sarà filtrato da Brave dandovi vantaggi in termini di performance, privacy e banda dati usata.

Brave browser: non solo privacy

Brave browser ha come caratteristica principale la tutela della vostra navigazione: durante l’uso bloccherà tutti gli script e tutti i sistemi di tracciamento che giornalmente vi profilano. Questo comporta delle prestazioni maggiori in termini di caricamento delle pagine:

  •  Il browser bloccherà diverse parti della pagina (tutte quelle che vi profilano o vi tracciano per poi, per esempio, inviarvi banner pubblicitari ad hoc). Questo vuol dire sostanzialmente caricare meno dati. 
  • Questo di riflesso comporta un caricamento più veloce che vi farà risparmiare tempo prezioso.
  • In ultimo, nel caso lo usiate su smartphone o altri device mobili vuol dire consumare meno batteria.
Se poi siete curiosi di vedere quanto avete risparmiato nella home page di brave browser potrete vederlo semplicmente: il numero degli indicatori annunci bloccati, la banda ed il tempo risparmiati.
Come potete vedere qui sotto, queste sono le mie statistiche in circa 6 mesi di utilizzo:
brave browser

E se volete ancora più privacy Brave Browser offre, oltre alla ormai consueta modalità in incognito (finestra privata), la possibilità di navigare usando la rete Tor, per un totale anonimato.

finestra tor

Ma guadagni davvero criptovalute?

Sì, pensavo fosse solo una trovata pubblicitaria e invece no. Cliccando sui vari annunci che mi compaiono (e molto spesso sono servizi orientati alla privacy, quindi pubblicità che ritengo utili) a fine mese mi viene accreditato qualche BAT in misura proporzionale alle mie attività. Certo, sono pochi centesimi di euro, ma chissà che un giorno il BAT non cresca di valore come è già successo col bitcoin. Ottimisticamente mi reputo già milionario (vabbè #credici).

Quando installate Brave, nella sezione ricompense, vi chiederà di aprire un conto gratuito su uphold.com: le vostre criptovalute verranno tendenzialmente salvate lì a meno che non decidiate di farne un uso diverso. Brave vi consente anche di donarle ai creatori del circuito Brave.

brave browser

Content creators

Sì, ho parlato di circuito creatori. Nel momento in cui siete utenti Brave ed avete un sito web, un canale youtube, twitch, twitter o github, potete iscrivere la vostra pagina al circuito creatori. Questo vi permette di ricevere BAT da chi visita il vostro sito. Gli utenti che vi visitano hanno due possibilità di donazione:

  • Donazione standard: una donazione una tantum con una quantità di BAT a vostra discrezione.
  • Donazione mensile: il browser è configurato per donare una certa quantità di BAT ogni mese al vostro creatore preferito.
  • Auto-donazione: il browser terrà traccia di tutti i siti brave creator che avete visitato durante il mese e spartirà tra questi i vostri bat guadagnati in misura proporzionale al tempo che avete trascorso su quel sito.
E’ un modo simpatico e gratuito (perché di fatto userete dei BAT che vi sono stati regalati) di fare una piccola donazione ad un creatore di contenuti che visitate assiduamente o qualcuno a cui volete comunque fare un piccolo regalo.

Installare Brave Browser

Installare Brave è molto semplice: basta andare sul loro sito e cliccare sul grosso tasto arancione al centro della pagina. Scaricherete l’installer ed immagino che il resto lo possiate immaginare. Una cosa che ho apprezzato molto dell’installazione è l’import automatico di tutti i segnalibri ma anche di tutte le estensioni ed i plugin che usavo su Chrome. In pochi secondi avevo la mia interfaccia importata esattamente su Brave. Un cambio rapido veloce ed indolore. Una volta installato vedrete che nella barra degli indirizzi avrete un paio di icone in più:

brave browser address bar

Brave shield: un leone da guardia

La prima icona a sinistra, quella a forma di leone, è il Brave Shield: cliccandoci sopra averete accesso a tutte le informazioni riguardo alla sicurezza del browser. Per esempio vi dirà quanti e quali tracker sta bloccando, quali script non ha eseguito ed in breve tutto quello da cui vi sta proteggendo. Ovviamente bloccando tutti gli script alcune pagine potrebbero non funzionare quindi da questo pannello potete anche decidere il livello di aggressività del blocco (per esempio configurarlo al massimo dell’aggressività rende facebook una pagina totalmente nera) o magari se volete abbassare le difese per un determinato sito. Ecco qualche esempio:

facebook tracker block
facebook tracker block
amazon tracker block
amazon tracker block

Brave rewards: il vostro portafoglio

reward panel

La seconda icona, quella a forma di triangolo, è il simbolo del BAT e vi da l’accesso veloce al vostro portafoglio (Brave Rewards).

Come potete vedere dall’immagine il pannello vi riporta il vostro attuale credito (già versato sul vostro portafoglio), vi permette di aggiungere fondi o configurare il vostro pannello ricompense.

Vi da anche informazioni utili sul sito che state visitando. Vi dice per esempio se quel sito fa parte del circuito dei content creator e se è un profilo verificato . In questo caso potrete fare una donazione in una delle due modalità manuali: o una tantum o mensile.

Come notate questo blog fa parte del circuito quindi se usate Brave e questo blog vi piace….bhe potreste fare un pensierino sull’offrirmi un caffè virtuale donando al blog qualche BAT che vi avanza (del resto sono genovese, battere cassa ce l’ho nel DNA).

Brave browser: la mia esperienza

4.5/5

4,5/5

Sicuramente un’ottima esperienza in generale. Mi trovo molto bene con questo browser anche forte del fatto di essere praticamente identico a Chrome. Sulla velocità di caricamento non saprei esprimermi avendo una connessione veloce non percepisco un grande miglioramento rispetto a prima sebbene il contatore mi dica che ho risparmiato un’ora in circa 6 mesi. Su youtube potete trovare diversi test comparativi per farvi un’idea più accurata. Sulla sicurezza sono pienamente soddisfatto. Da quando lo uso non ho più ricevuto un solo banner pubblicitario basato sulle mie ricerche. La parte delle criptovalute funziona ed il circuito creator è molto carino.

Ho tolto mezzo punto perché in un paio di occasioni si è “schiantato” obbligandomi a terminare il processo. Probabilmente migliorerà con degli aggiornamenti successivi.

Nel complesso è un buon browser, rischio pure di guadagnare qualche BAT insomma sono soddisfatto e mi trovo spesso a consigliarlo ai miei amici.

E voi? Lo avete già provato? Vi ho incuriosito? Mi regalerete qualche BAT? raccontatemelo nei commenti!

Alessandro

Ingegnere, musicista e public speaker per diletto. Appassionato di programmazione, tecnologia e qualsiasi cosa possa definirsi anche minimamente nerd!

4 pensieri riguardo “Brave browser: sicurezza, efficienza, guadagni

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: