Raccolta differenziata facile con Junker

Tempo di lettura: 3 minuti

La raccolta differenziata dei rifiuti oramai è un tema ricorrente della nostra quotidianità. Solo che a volte, per quanto ci si impegni nel farla correttamente, ci sono situazioni dubbie che potrebbero portare a conferire il rifiuto nel contenitore errato o, peggio, buttarlo nell’indifferenziata senza porci troppi problemi. Da quando ho scoperto Junker App differenziare è diventato semplice ed intuitivo.

Io provo a fare nel miglior modo possibile la raccolta differenziata ma, a volte, è davvero difficile. Quando capitano quegli involucri che fuori sono sicuramente plastica ma dentro hanno quello strato di pellicola metallica dove vanno conferiti? 

Ne parlavo qualche giorno fa con una mia amica (che ha ispirato questo articolo, grazie Paola) che mi ha indicato Junker (qui il sito web): un’app che, scansionando il prodotto, ti dice come conferire correttamente ogni parte del suo imballaggio.

Paola mi faceva questo esempio, che vi riporto nella foto: l’involucro di quel rifiuto sembra plastica, ma internamente sembra uno strato di alluminio. Va nella plastica o nell’alluminio?

raccolta differenziata esempio
E questo? Dove devo conferirlo? Plastica? Alluminio? Indifferenziata?

Junker, la raccolta differenziata in un "blip"

Cosa fa Junker

Junker è un’app disponibile per Android, iOS e Hwawei. Potete trovare tutti i riferimenti per scaricarla direttamente dalla sezione “scarica Junker” del sito JunkerApp.it .

Il principio di funzionamento è molto semplice e intuitivo. Vi basta scansionare il codice a barre del rifiuto che volete smaltire e Junker vi fornirà l’elenco dettagliato di come smaltire correttamente ogni parte del rifiuto. Ecco qualche esempio:

La raccolta differenziata nel tuo comune

Junker offre anche un servizio per i comuni: le amministrazioni possono associarsi all’app e dare informazioni puntuali su come gestire il conferimento nel proprio comune.Qui trovate l’elenco dei comuni che hanno già aderito.

Per aderire al servizio l’amministrazione dovrà versare un canone annuale basato sul numero della popolazione. In cambio l’app mostrerà in corrispondenza del comune (in fase di avvio per l’utente è possibile configurare il proprio comune) diverse informazioni aggiuntive.

Informazioni aggiuntive per i comuni abbonati

  • Bidoni e colori specifici materiale per materiale
  • Calendari di esposizione
  • Notifiche per ricordare orari e giorni
  • Mappe con i punti di conferimento (ecocentri, bidoni, raccolte speciali, etc)
  • Raccolte speciali (se presenti)
  • Messaggi diretti su info, notizie, eventi speciali, emegenze, etc
  • Segnalazione punti di conferimento.
  • Segnalazioni di degrado (rifiuti abbandonati, cassonetti rotti, discariche abusive, etc.
Ci sono anche tutta una serie di servizi opzionali che non vi elenco ma che potete leggere qui

Ma alla fine dove buttiamo quel rifiuto?

Ma quel rifiuto che indicava Paola a inizio articolo alla fine dove va? Io onestamente non saprei rispondere. 

Vediamo cosa ci suggerisce Junker!

Junker ci dice che questo involucro che sembra mezza plastica e mezzo alluminio in realtà va conferito nella plastica!

Ditemi la vostra!

Come sempre, raccontatemi la vostra esperienza! Avete già usato questa app? Cosa ne pensate? Vi è piaciuto l’articolo? Raccontatemelo nei commenti! E come sempre vi ricordo che potete iscrivervi alla mailing list o unirvi al canale Telegram dove potrete accedere alla community e chiacchierare con gli altri utenti!

Alessandro

Ingegnere, musicista e public speaker per diletto. Appassionato di programmazione, tecnologia e qualsiasi cosa possa definirsi anche minimamente nerd!

Un pensiero su “Raccolta differenziata facile con Junker

  • 14 Gennaio 2021 in 10:33
    Permalink

    La uso da mesi ormai, e mi trovo benissimo. Unico neo, che non dipende dalla App, è il mio Comune di residenza. Ancora non ha aderito; però vedo dal link che hai allegato che già un buon numero di Comuni ha capito che se vogliamo davvero contribuire all’ambiente, dobbiamo iniziare dai gesti quotidiani. Togliere alle persone l’onere di dover “interpretare” incarti misti e dubbi è un grande passo avanti verso una maggiore percentuale di rifiuti differenziati correttamente. Complimenti per l’articolo!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: